Solo in spagnolo!

16 dicembre, 2013 § Lascia un commento

Da ormai tempo non scrivo più in italiano, eccetto qualche contribuzione alla Gazzetta Gastronomica. Mi potete leggere, in spagnolo, su annalibera o su panepanna.

Ci vediamo lì!

È viva!

12 settembre, 2010 § 8 commenti

Sono viva, sì, anche se un po’ acciaccata. Dall’ultimo post è successo di tutto – ho cominciato a dare corsi di cucina, a conoscere gente della foodblogosfera spagnola, a collaborare ad altri blog

Tre anni fa volevo aprire un forno, adesso vado in direzione completamente opposta. I corsi, dopo l’inizio a fine stagione (qua a Siviglia a maggio fa già caldo), ricominceranno a ottobre e sono già pieni: due doppie date a Siviglia a inizio mese (Pizza e Dolcitalia), poi lo stesso programma ma a Madrid nella bellissima aula di cucina di Apetit’Oh!, e infine una lezione particolare a Boiro, in Galizia, tutta centrata sulle cozze.

Taller-cena italiana

Cosa insegno? Io pensavo cucina di un po’ ovunque, ricette interessanti che avessero come fil rouge un ingrediente, una portata o un paese; la verità, mi stanno spingendo sempre più verso la cucina italiana. Che va bene (e se poi serve a farla conoscere un po’ di più, ben venga!), ma pian piano spero di ricondurre le lezioni verso altre cucine, altrettanto buone e non necessariamente difficili – penso alla cucina cinese, o a quella mediorientale.

Ma poi questo di far solo cucina italiana è divertente, perché è una scusa per studiare in profondità temi e ricette che avevo lasciato da parte. A casa, in Italia, fanno il tifo per me, e già a Natale mio padre mi sta organizzando una specie di corso (per imparare io!) con amici abruzzesi che cucinano benissimo. A cambio, naturalmente, offrirò cene andaluse e spagnole. Non male come scusa per girare il mondo, no?

DSC01459

Workshop nell'aula di Apetit'Oh. (Foto di Apetit'Oh.)

Perché, dove insegno? A Siviglia, ma stanno venendo fuori, pian piano, lezioni un po’ dapertutto. Grazie alle reti sociali, ai contatti fatti in giro, alla voce che si sparge… per ora ho dato lezioni a Madrid, a ottobre inaugurerò la Galizia, ma mi hanno già chiesto se sarebbe possibile organizzare qualcosa a Saragozza, San Sebastián, Barcellona, Palma de Mallorca. All’inizio, spesso, sono cose piccoline, roba da coprire le spese appena. Sarebbe quasi sufficiente per il buon ambiente che si crea, per le persone eccezionali (quasi sempre) che vengono ai corsi, ma c’è di più. Da cosa nasce cosa, e da ogni evento o incontro a cui ho assistito son venute fuori altre lezioni, idee, contatti…

E che ci faccio di nuovo qui? Non assicuro pubblicare regolarmente, e sicuramente non tradurrò quel che scrivo nel blog spagnolo. Ma se cucino qualcosa di spagnolo, e succede qualcos’altro… magari vi tengo aggiornati, no?

Verdure d’inverno – Insalata di broccoli con pancetta e pomodori

16 dicembre, 2009 § 7 commenti

Adoro le verdure invernali.

Sí, ho scritto “verdura” e “inverno” nella stessa frase. Al mercato si trovano ancora zucchine, pomodori e peperoni – e io continuo a mangiarli ogni tanto. Ma all’avvicinarsi dell’autunno cerco di approfittare di cosa c’è di stagione. E per fortuna mi piace (quasi) tutto – carciofi, zucca, ravanelli e quella meraviglia che è la famiglia delle brassicacee: cavolo, cavolo rosso, cavolfiore e broccoli.

In Scozia ho imparato a mangiare il cavolfiore crudo, in insalata (a pezzetti piccoli, aggiunto ad una insalata verde: aggiunge contrasto visivo e consistenza croccante). Nel mio frigorifero ci sono sempre uno o due cavoli, bianco e rosso, visto che offrono un’insalata croccante  in cinque minuti e si conservano molto meglio della lattuga.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Perché i miei figli mangiano in mensa scolastica (ed è un bene)

18 novembre, 2009 § 10 commenti

Sono una maniaca del cibo. Lo dico subito come premessa a quel che sto per scrivere.

Non è solo che mi piaccia mangiare, o cucinare. E non sono affatto ossessionata da diete salutiste. Mi piace sapere come si producono gli alimenti, qual è il loro vero costo, e l’impatto che hanno sull’ambiente. Non credo ci sia nessun alimento proibito – nella mia dispensa ci sono burro e olio, carne di maiale e di pollo, riso bianco e cereali meno comuni, coca-cola e vino bianco. Credo che ogni cosa abbia il suo momento, il suo perché, la sua misura.

Mi piace mangiare un hamburger di BK così come il mio pane fatto in casa, bere coca-cola o un bicchiere di acqua del rubinetto.

Sedermi a tavola a mangiare è importante; non mi preoccupa il galateo, e confesso che quando León rutta molto forte devo sforzarmi per non ridere. Alla nostra tavola si può leggere – se siamo tutti d’accordo, quella è la regola – e così unisco le mie due passioni.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Ci vediamo all’EBE

13 novembre, 2009 § 3 commenti

Acreditación EBE09

Oggi pomeriggio comincia Evento Blog España, e sto preparando l’armamento.

  • Portatile piccolino che prendo in prestito a León – check.
  • Batterie della Canon cariche – check.
  • HTC Magic carico e caricatore che non si sa mai – check.
  • Ciabatte per fare amicizia – check.
  • Moo cards per fare gli scemi – check.
  • iPod per mostrare le foto – check.
  • Moleskine perché alla fin fine si finisce sempre con un pezzo di carta – check.

Sarò in ottima compagnia, Susan è venuta dall’Italia, e ci saranno altri 1.498 blogger!

Millequattrocento… magari mi porto anche un po’ di ibuprofeno.

Le mangio o le lascio?

10 novembre, 2009 § 8 commenti

Sabato abbiamo mangiato lenticchie. Alla spagnola, brodose e con tutti gli annessi e connessi – osso di prosciutto, chorizo e morcilla (sanguinaccio). Era da tempo que non le facevo, visto che L&L le mangiano spesso a scuola e a casa cucino più ceci o fagioli.

Il pomeriggio ho cominciato a grattarmi – le ultime zanzare della stagione, ho pensato (sopravvivono ancora qui a sud). Dopo cena ho notato varie punture – sulla schiena, sulla pancia, sul petto. All’ora di andare a letto cominciavano a scendere per le braccia e le gambe: chiaramente non erano punture.

Legumbres

« Leggi il seguito di questo articolo »

Auguri Juan! Una cena giapponese

8 novembre, 2009 § 4 commenti

Per festeggiare i suoi quarantun anni – o, come sempre dice suo padre, l’inizio del suo quarantaduesimo anno – Juan ha organizzato una cena tra amici. Un miscuglio di compagni dell’Università e sconosciuti fino a un mese fa, dai ventotto ai quarantotto anni, di tre continenti diversi. Alcuni conosciuti dal vero, altri per strada, altri su twitter e altri con couchsurfing.

Cena di compleanno « Leggi il seguito di questo articolo »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.